IL TORNEO DELLE NAZIONI NON SI FERMA E RIUNISCE SPONSOR E ISTITUZIONI: “LA PROSSIMA EDIZIONE SARA’ LA PIU’ BELLA”

La criticità della situazione internazionale in piena era-Covid le toglierà – almeno per quest’anno – lo scettro di capitale mondiale del calcio giovanile. Ma Gradisca d’Isonzo si stringe comunque attorno al suo “piccolo Mundial”. Il Torneo delle Nazioni dedicato al calcio maschile under 15, femminile under 17 e al futsal under 18 progetta già l’edizione del prossimo anno, quella che tutti sognano poter essere quasi un simbolo di rinascita dopo la pandemia: un incontro fra i giovani di tutto il mondo, finalmente in sicurezza, nel nome dello sport. Ma anche un occasione di indotto economico – mai così prezioso come in questi tempi di crisi – per tutto il territorio regionale e la stessa Gradisca d’Isonzo. Concetti che sono emersi l’altra sera, nel corso di una serata di gala ospitata all’hotel Franz e che ha riunito – con la frizzante conduzione dello speaker internazionale Stefano Ceiner – il comitato organizzatore dei 3 paesi (il torneo di disputa fra Austria, Slovenia e Italia), gli sponsor e le istituzioni civili e sportive. “Non ci siamo mai arresi e anche in questi mesi abbiamo sempre continuato a lavorare – ha assicurato Nicola Tommasini, presidente del comitato organizzatore del “Nazioni” -. Arrendersi non è un’opzione: ma se sarà impossibile disputare la 17esima edizione nel 2020, sono certo che il prossimo anno ripartiremo con ancora maggiore entusiasmo”. Ospitare 1000 persone, molte delle quali da aree del mondo fortemente prostrate dal Coronavirus, sarebbe stata un’impresa impossibile. “Ma Figc e Coni ci hanno incoraggiato a tenerci pronti a qualsiasi scenario e, soprattutto, non ci hanno mai lasciati soli”. Aspetto fondamentale, nè le istituzioni (Regione e Comune in primis) nè gli sponsor – a partire dal title sponsor Schmucker e dal main sponsor La San Marco, due aziene isontine doc – hanno fatto mancare il loro appoggio in questa fase di incertezza. “Ed anzi, durante il lockdown si è lavorato ad un’importante progetto che coinvolgerà il comparto commerciale cittadino, grazie all’entusiasmo di Alessandra Santoni” ha assicurato Tommasini. Presenti alla serata il consigliere regionale e presidente della Commissione Sport Diego Bernardis, il sindaco Linda Tomasinsig, Carlo Taverna di Schmucker, l’ad di La San Marco Roberto Nocera, i presidenti regionali di Coni e Figc, Giorgio Brandolin ed Ermes Canciani, ed il neopresidente della società partner Itala San Marco, Paolo Lazzeri. “L’Itala San Marco è sempre stata e sempre sarà al fianco di questa manifestazione che è un orgoglio per tutto il territorio regionale ed in particolare per la nostra città. Pronti a fare la nostra parte nella prossima edizione, che sarà auspicabilmente quella del ritorno alla normalità e alla socialità dopo i sacrifici del lockdown. Difficile immaginare un modo migliore per celebrare tutto questo che un raduno di giovani di tutto il mondo nel nome dello sport” .