FESTA CONCLUSIVA PER IL CONTEST, IN 400 AL TIARE DI VILLESSE PER PREMIARE I VIDEO PIU’ VOTATI

Il “Mundialito” di Gradisca svela i videomaker di domani. Da oramai tre anni il Torneo delle Nazioni di Gradisca d’Isonzo-Trofeo Schmucker, manifestazione calcistica riservata a squadre nazionali giovanili maschili e femminili provenienti da tutto il mondo, organizza in parallelo ai tre tornei agonistici un contest riservato alla creatività dei ragazzi degli Istituti Comprensivi della regione Friuli Venezia Giulia con il supporto del Centro Commerciale Tiare di Villesse che, tra le altre iniziative di supporto, mette a disposizione un  ricco montepremi in materiale didattico.

La macchina organizzativa del contest 2019, Integrazione Scuola Sport, felice intuizione di Massimo Piubello e supportata dal Comitato organizzatore, si è messa in moto nello scorso gennaio coinvolgendo quest’anno tre Istituti Comprensivi: Gorizia, Gradisca d’Isonzo e Pordenone, ossia sei classi delle secondarie di secondo grado che si sono sfidate in una propositiva e trasversale competizione che le ha viste realizzare un video di massimo tre minuti nel quale hanno esposto, con attento dovuto lavoro di squadra, la loro visione dell’integrazione attraverso appunto la scuola e lo sport.

Guidati dai professori gli alunni sono così diventati attori, sceneggiatori, registi ossia veri protagonisti andando a realizzare lavori di ottimo livello qualitativo per i quali in sala si sono vissuti anche momenti di commozione. Le opere sono state pubblicate e votate dal pubblico sul sito www.torneodellenazioni.com . Questa mattina, presso la sala 7 della catena Cinemas presso il Tiare, quasi 400 tra alunni, insegnanti, autorità e pubblico si sono ritrovati per conoscere il risultato delle votazioni ossia anche vedere sul grande schermo, cosa che ha garantito grande enfasi e orgoglio tra i ragazzi autori di un tifo da stadio, tutte le sei opere in concorso.

Il presidente del Torneo delle Nazioni Nicola Tommasini ha aperto l’incontro ricordando quanto il Torneo sia attento ai giovani della regione tutta per promuovere l’integrazione che è alla base del progetto principale che vede ragazzi provenienti da tutto il mondo vivere armonicamente insieme durante le gare di calcio. “E’ stato bello vedere che lo  spirito della manifestazione è stato recepito dai ragazzi, utilizzando un linguaggio col quale loro hanno confidenza come quello dei video”. Gli ha fatto istituzionale seguito il Prefetto di Gorizia Massimo Marchesiello che ha sottolineando l’importante lavoro che i suoi uomini svolgono quotidianamente nel territorio anche grazie alla disponibilità dei giovani, come i partecipanti, sempre più attenti a rispettare le regole che una civica vita richiede. I saluti degli Istituti, a cura delle dirigente scolastica di Gorizia e Gradisca Eleonora Carletti accolta da un immenso applauso, della responsabile marketing del Tiare IKEA Floriana Ponticelli e del presidente della San Marco, partner storico del Torneo, Roberto Nocera hanno concluso i messaggi di complimenti per i lavori svolti e per la attenta organizzazione del Torneo.

Gran finale con la consegna dei buoni d’acquisto e la tanto attesa classifica che ha visto primeggiare la classe  2aC di Gradisca, con quasi 1/3 degli oltre 2000 voti pervenuti in 10 giorni, seguita dalla 3aC di Pordenone con alle spalle, in ordine, la 3aC di Gorizia, la 2aB e la 2aA di Gradisca con ultima, ma non meno meritevole, la 3aB di Gorizia.