Stati Uniti-Slovenia e Portogallo-Giappone le semifinali del “Nazioni” maschile. Beffate Italia e Inghilterra

GRADISCA D’ISONZO Stati Uniti-Slovenia e Portogallo-Giappone: sono queste le semifinali scaturite dall’ultima giornata di eliminatorie del XV Torneo delle Nazioni-Trofeo Ottimax di Gradisca d’Isonzo. Niente da fare, dunque, per l’Italia Under 15 del ct Antonio Rocca: gli azzurrini fanno il proprio dovere contro la Macedonia, travolgendola con un netto 4-0, ma il contemporaneo 2-0 degli Usa alla Croazia gela le speranze di un passaggio del turno in extremis. La formula del torneo, infatti, premia solo le vincitrici del proprio girone. Per tutte le altre scattano le poule di consolazione. E cosi’, oltre ai solidissimi “yankee”, fanno festa il Portogallo che rintuzza il tentativo di sorpasso dell’Austria (2-2), la Slovenia – cui basta un punticino a reti bianche con la Romania per aggiudicarsi il girone piu’ equilibrato – e sopratutto il Giappone: i ragazzi del Sol Levante all’inizio se la vedono brutta con gli Emirati Arabi, ma nella ripresa regolano i conti (tris per Shimokawa) e beffano così la grande delusa Inghilterra. Inutile infatti per i “leoncini” d’Albione il pirotecnico 6-4 con cui fanno fuori la Repubblica Ceca (tre volte a segno lo scatenato Barry, del West Brom Albion) eguagliando il record per la partita con piu’ reti a Gradisca (un indimenticabile Colo Colo-Juventus del ’94). Tornando alla gara dell’Italia, i ragazzi di Rocca rischiano inizialmente con la Macedonia: attorno al 10′ sulla gran punizione da 25 metri di Taipi alzata in corner da Priori, e quindi sulla sortita di che impegna ancora l’attento Priori: sulla respinta del portiere viene steso in area Feta ma il direttore di gara lascia correre. Passato lo spavento, l’Italia chiude la pratica in 2′: dapprima in ottima ripartenza finalizzata da Magazzu’ che fa secco in rasoterra Mitrev, quindi 2′ piu’ tardi con la mischia sbrogliata dall’atalantino Zuccon bravo a pescare l’angolino alla sinistra del portiere. La rasoiata dal limite dell’ispirato interista Magazzù a inizio ripresa mette definitivamente in freezer la gara. Nel finale arrotonda il partenopeo Barba.

ITALIA 4

MACEDONIA 0

MARCATORI: pt 19′ Magazzù, 21’Zuccon, st 5′ Magazzù, 28′ Barba

ITALIA Priori (Inter), Mulazzi (Juventus), Citi (Milan), Berto (Atalanta, poi Barba, Napoli), N’Gbesso (Milan, poi Pisapia, Juventus), Zuccon (Atalanta, poi Scandurra, Roma), Magazzu’ (Internazionale, poi Giorgi, Juventus), Giovane (Atalanta, poi Grassi, Atalanta), Moraschi (Atalanta, poi Cepele, Inter), Zanotti (Inter), Bonetti (Juventus). All.Rocca.

MACEDONIA: Mitrev, Ibrahimi, Davkov (Sokolov), Nikolovski, Despotovski (Stojchevski), Stojanovski (Krstevski), Georgievski, Berovic (Talakov), Feta (Andreski), Taipi (Davidovski), Saitoski (Neziri). All. Zlatanovski,

RISULTATI torneo maschile, Usa-Croazia 2-0, Italia-Macedonia 4-0; girone B: Emirati Arabi-Giappone 1-3, Inghilterra-Rep.Ceca 6-4; girone C: Slovenia-Romania 0-0, Russia-Messico 1-2; girone D: Austria-Portogallo 2-2, Costarica-Norvegia 0-1

CLASSIFICHE maschile girone A: Usa 9, Italia 6, Croazia e Macedonia 1. Girone B: Giappone 7, Inghilterra 6, Rep.Ceca 4, Emirati Arabi 0; girone C: Slovenia 5, Messico 4, Russia 4, Romania 2; girone D: Portogallo 7, Austria 7, Norvegia 3, Costarica 0.

SEMIFINALI TORNEO MASCHILE 29 aprile poule 1°-4° posto: Usa-Slovenia (Nova Gorica, 17), Portogallo-Giappone (Torviscosa, 18); poule 5°-8° posto: Inghilterra-Austria (Lignano, 18), Italia-Messico (Fiumicello, 18); poule 9°-12° posto: Croazia-Russia (Vipolzano, 17), Rep.Ceca-Norvegia (Miren, 17); poule 13°-16° posto: Macedonia-Romania (Ruda, 18), Emirati Arabi-Costarica (Palazzolo dello Stella, 18).

PROGRAMMA 28 APRILE il torneo femminile riprende con i match dell’ultimo turno eliminatorio: girone A Slovenia-Usa (Bilje, 17), Italia-Iran (Corno di Rosazzo, 18), e del girone B Inghilterra-Russia (Rivignano, 18) Giappone-Norvegia (Marano Lagunare, 18).