Le delegazioni delle 28 partecipanti al Torneo Nazioni domani in visita al Sacrario di Redipuglia

Tutti i colori del mondo al Sacrario di Redipuglia. Il mondo è quello portato in questi giorni in Friuli Venezia Giulia, Austria e Slovenia dal XV Torneo delle Nazioni Città di Gradisca d’Isonzo, con 28 squadre di giovani atleti provenienti da 4 continenti diversi. Domani mattina alle 11 ragazzi e ragazze si ritroveranno tutti assieme in un luogo significativo come il sacrario dedicato ai Caduti della Grande Guerra. Il torneo Delle Nazioni fa parte dei “Friendship games”, progetto voluto dal CONI FVG per commemorare il centenario della conclusione della prima guerra mondiale. In quest’ottica è stata organizzata una cerimonia commemorativa che coinvolgerà tutte le delegazioni presenti al “piccolo mondiale” gradiscano. “Per questa manifestazione è sempre stato importante anche l’aspetto extra-sportivo oltre a quello agonistico – commenta il presidente del comitato organizzatore, Nicola Tommasini -: lo testimoniano i momenti concreti di incontro fra ragazzi di etnia e religioni diverse che si sono susseguiti in questi anni nella nostra manifestazione. E’ motivo di grande orgoglio poter mostrare a questi giovani un luogo significativo della nostra storia, un luogo che onora la memoria di migliaia di loro coetanei meno fortunati. Sarà l’occasione per far conoscere il nostro territorio ma anche per lanciare un messaggio di pace e di dialogo fra le diverse culture, aspetti su cui lo sport giovanile spesso è in vantaggio anni luce rispetto alle evoluzioni della politica e della storia”.