Evento conclusivo nella sede municipale di Gradisca per il Torneo delle Nazioni

Si terrà lunedì 15 maggio 2017 alle 12 nella sala consiliare di palazzo Torriani, sede municipale di Gradisca d’Isonzo (Gorizia), alla presenza del Sindaco Linda Tomasinsig, della Dirigente Scolastica, Prof.ssa Eleonora Carletti. e della Presidente del Centro Commerciale Naturale di Gradisca d’Isonzo, Alessandra Santoni.

Nell’occasione verranno comunicate dal fondatore della manifestazione Franco Tommasini le cifre ed i dati finali dell’evento e saranno consegnati i premi ai primi classificati del contest “Sport quale integratore sociale” al quale hanno partecipato gli alunni di una classe seconda media dell’Istituto Comprensivo di Gradisca i cui lavori, disegno e story telling, sono stati esposti da 15 commercianti aderenti alla locale associazione di categoria. I premi sono stati gentilmente offerti dall’Udinese Calcio per il lavoro più votato mentre altri premi di consolazione sono stati messi a disposizione da parte dei commercianti della cittadina isontina.

Bilancio da record per il Torneo delle Nazioni

 

Soffia un vento di novità sul Torneo delle Nazioni di Gradisca. Ed è il vento del soccer, con le nazionali Usa capaci di un doppio, storico trionfo – sia nel tabellone maschile che in quello femminile – del Mundialito trasfrontaliero che si è concluso il 1 maggio dopo una lunga cavalcata calcistica fra Italia, Slovenia ed Austria. Per la nazionale maschile under 15 il secondo trionfo in tre anni è qualcosa di piu’ che un indicazione sul fatto che perlomeno a livello di settore giovanile il Paese dello Zio Sam ha assai poco da invidiare al Vecchio Continente: convincente l’affermazione sull’Inghilterra, in una finale incerta e dall’epilogo-thrilling (2-1 nel recupero e in rimonta per gli yankees) ma che gli statunitensi hanno decisamente meritato di vincere. Le delusioni? Il Portogallo che aveva impressionato nel girone eliminatorio e l’Italia giunta mestamente al sesto posto. Addirittura secondo pronostico l’epilogo della seconda edizione “rosa”, con le ragazze dell’ Usa Under 16 che hanno schiantato una generosa Italia in finale (6-0) concludendo un torneo praticamente perfetto. Impressionanti i numeri della kermesse non solo sportiva, ma anche notevole ricaduta economica e promozionale per la macroregione di Alpe Adria. 4.800 pernottamenti per il torneo maschile (12 squadre per delegazioni da 40 membri per una decina di giorni) e 2.880 per il torneo femminile (8 squadre per 40 membri di delegazione per 8 giorni), cui vanno aggiunti gli almeno 500 fra parenti, tifosi, tecnici ed osservatori da tutto il mondo, per un totale di  oltre 11.500 soggiorni. 22 i campi da gioco coinvolti nelle quattro province del fvg, 8 i campi della slovenia, 6 quelli in austria. piu’ di 70.000 gli spettatori (l’ngresso era gratuito), trasporti garantiti con 21 pullman per 9 giorni e un totale di 40.000 km percorsi. “E’ stata un’edizione da ricordare pin quanto tutti gli obbiettivi sono stati centrati – commenta Nicola Tommasini, presidente del Comitato Organizzatore e figlio di Franco, che assieme all’on. Giorgio Brandolin tre lustri or sono ha dato vita all’avventura del torneo dedicato alle nazionali -.  In primis il ritorno del grande pubblico negli stadi della nostra regione, ma anche in Austria e Slovenia. Il dato che si conferma interessante è quello dei sempre piu’ numerosi turisti-sportivi: in particolare al seguito di Francia, Inghilterra e Usa. Sul pian locale sono stati fatti dei passi avanti nel coinvolgimento del mondo della scuola, del commercio gradiscano, e anche dal punto di vista dell’inclusione sociale con la presenza degli ospiti richiedenti asilo del Cara. Sul piano tecnico vanno registrati i notevoli passi avanti del torneo femminile, grazie alla presenza di 4 fra i 10 top team del ranking Fifa. Infine l’ elogio delle diverse Federazioni per l’ organizzazione dell’evento, che va girato ai tantissimi volontari che hanno reso possibile un evento di queste dimensioni”.